IN SUDAFRICA LA CUCINA HA I COLORI DELL’ARCOBALENO

I nuovi trend culinari della Rainbow Nation

Il Sudafrica è la meta ideale per tutti i buongustai grazie all’ampia proposta gastronomica che riflette l’eterogeneità di paesaggi e colori provenienti dalle diverse influenze culturali del continente.

Accanto ad un’offerta gastronomica di stampo tradizionale, il Sudafrica sta portando avanti una cucina moderna e contemporanea con influenze da tutto il mondo e nuove aperture in tutto il paese. Tra le principali protagoniste di questa tendenza ci sono Cape Town e Johannesburg, città in cui lo scenario gastronomico è in continuo sviluppo.

A Johannesburg si possono trovare diversi ristoranti che utilizzano la cottura a fiamma viva, così come ottime steakhouse, tra cui Marble a Sandton, e locali hipster come Che a Maboneng. L’elegante ristorante Viewpresso il Four Seasons Hotel è l’indirizzo perfetto per gli amanti del lusso a tavola. Lo chef Farrel Hirsch realizza ogni giorno ottime specialità culinarie, utilizzando una grande varietà di ingredienti freschi di stagione, aromi locali, erbe e verdure coltivate direttamente sul posto.

Soweto è il luogo dei tesori nascosti: qui si possono trovare piccoli accoglienti ristoranti e wine bars ideali per un aperitivo e una rilassante cena tra amici. The Wine Bar, che si trova su Vilakazi Street, tra le più famose vie di Soweto, è un ristorante che offre un ampio menù di specialità della cucina locale e internazionale. Qui, i grandi estimatori del buon vino potranno assaporare le migliori etichette sudafricane grazie alla fornitissima cantina del locale. Nella stessa via, il Restaurant Vilakazi propone invece gustosi piatti della cucina mediterranea. Chi è di passaggio a Soweto non può perdersi il Roots Restaurant, locale che ospita un delizioso ristorante ed una galleria d’arte dove è possibile acquistare originali pezzi d’arte sudafricana.

A Pretoria, capitale amministrativa del Sudafrica, lo scenario gastronomico sta letteralmente esplodendo. Da Heritage Lifestyle Restaurant, il cui motto è ‘African taste with flair’(‘gusto africano con stile’), si possono gustare piatti ricercati con un tocco della tradizione culinaria sudafricana. Le portate – accompagnate da pap (porridge di farina di mais), umngqusho, fagottini ripieni, riso o patate – includono stufato di manzo al vino rosso, mogodu(trippa), zampe di maiale (tlhakwana) e pollo al burro e curry. Una piccola carta di vini include inoltre alcune delle migliori cantine sudafricane e deliziosi champagne.

Al Black Bamboo, il celebre capo chef Pellie Grobler è orgoglioso di presentare piatti sempre nuovi e originali, i cui ingredienti sono ben equilibrati e delicatamente aromatizzati. Tra gli antipasti di pesce e terra più apprezzati: pesce del Capo marinato al curry con carote al forno, capesante scottate, marlin con gamberetti e lombata di antilope con ceci.

Una cena al Restaurant Mosaic non si scorda più: lo Chef Chantel Dartnall prepara incredibili vellutate di zucchine accompagnate da asparagi freddi e mousse di fave e fagioli. Da provare anche  le vongole all’irlandese con brodo di mare e ravanelli marinati. Per finire, la golosa ‘Ricetta per i romantici’, una torta fai-da-te caratterizzata da un tripudio di sapori, cubetti di burro, cioccolato e tuorlo d’uovo.

Cape Town combina un interessante melting pot, un mix di sapori e aromi. Tra le nuove aperture della capitale, The Stack – inaugurato lo scorso luglio – è un ristorante da provare. Questa sfiziosa casa su due piani a Leinster Hall è il richiamo perfetto per giovani creativi alla ricerca di buon cibo e ottimi drink.

Proprio nella capitale il pluripremiato chef Luke Dale-Roberts ha recentemente aperto insieme a tre soci un locale davvero elegante dove il cibo è il vero protagonista. Altra nuova apertura firmata dal maestro della cucina è Obi Restaurant, ristorante giapponese specializzato nella preparazione delle migliori specialità orientali quali sushi, tempura e ramen: l’ultima tendenza in fatto di cibo. Il pesce è sempre rigorosamente fresco e impeccabilmente preparato.

Tappa obbligata a Cape Town è il Ritz Hotel. Il suo ristorante girevole – Top of The Ritz – si trova al 23° piano e regala a tutti i suoi ospiti una vista incredibile sullo skyline della città. Atmosfera raffinata e lo speciale menù “Un viaggio di sapori a Cape Town” – ideato dallo chef Adrian Cook e dal capo chef Maveer Thulsie – sono gli ingredienti che rendono questo locale unico. Il risultato è un omaggio alla tradizione gastronomica e ai sapori della cucina locale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.